Cerca la tua vacanza ideale e rimani informato
Bungalow
Piazzole
Disponibilitá on-line
Fino al 20%
di sconto
Fino al 20%
di sconto
  • slide-1.jpg
  • slide-2.jpg
  • slide-3.jpg
  • slide-4.jpg
  • slide-5.jpg
  • slide-6.jpg
BENVENUTO!
Il Camping Stella del Mar è entrato a far parte del gruppo Club del Sole!

Il più grande network di campeggi e villaggi d’Italia.

I Parchi Naturali della Toscana, per una vacanza immersi nella natura

Curiosità e informazioni sui principali Parchi della Toscana, nei pressi del Castiglione della Pescaia Camping Village

parco regionale maremma

 

La Toscana è una delle regioni italiane con la maggior quantità di parchi e riserve naturali: la parte principale è concentrata nella provincia di Grosseto, lungo la riviera della Maremma, proprio dove si trova il Castiglione della Pescaia Camping Village.

 

Parco Naturale della Maremma Toscana 

Il Parco Naturale più conosciuto della regione, chiamato anche il "Parco dell'Uccellina" perchè è meta prescelta da molte tipologie di uccelli nella stagione migratoria. Il Parco inoltre racchiude al suo interno i Monti dell'Uccellina.

 

Il Parco della Maremma Toscana si snoda a sud della Costa Maremmana, da Principina a Mare fino a Talamone, in un alternarsi di ambienti naturali eterogenei tra colline, macchia mediterranea, campi di coltivazioni, dune, sabbia e scogli.

 

Da non perdere è il panorama visibile dall'alto delle sue colline, che spazia lungo tutta la costa del Tirreno fino alle spettacolari Isola del Giglio, l'Isola d'Elba e la Corsica.

 

Il Parco ospita molte specie animali - che potrai facilmente incontrare durante una escursione - come volpi, istrici, daini e cavalli e bovini allo stato brado, tutelati dai tradizionali guardiani maremmani, noti come "butteri".

 

Il Parco Regionale della Maremma Toscana è visitabile tutto l'anno, sia da soli che in gruppo, scegliendo o meno di farsi accompagnare da una guida lungo i suoi suggestivi percorsi.

 

Per arrivare al Parco dal Castiglione della Pescaia Camping Village, basta raggiungere la località Alberese (a circa 30 km a nord del campeggio) percorrendo la SS Aurelia fino allo svincolo al km 166: da qui, proseguendo lungo la strada che attraversa una suggestiva campagna, arriverai al Centro Visite dove potrai acquistare i biglietti di ingresso per il Parco.

Gli itinerari del Parco Regionale della Maremma Toscana

 

Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano

Il Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano, il più esteso parco marino in Europa, racchiude tutte le sette isole maggiori dell'Arcipelago Toscano:

  • L'isola d'Elba, la terza isola più grande d'Italia dall'incredibile panorama collinare e montuoso e dalla linea litorale fatta di golfi e insenature;
  • L'isola del Giglio, l'isola dalle spiagge meravigliose e dai suggestivi fondali, ideali per gli appassionati delle immersioni;
  • L'isola di Capraia, antico insediamento romano, oggi isola conosciuta per le sue case-fortezza e dai fondali incontaminati;
  • L'isola di Montecristo, completamente riserva naturale terrestre e marina, famosa per essere uno dei luoghi in cui si svolge il romanzo Il Conte di Montecristo;
  • L'isola di Pianosa, dalle coste a tratti sabbiose e rocciose, con le suggestive spiagge di sabbia bianca;
  • L'isola di Giannutri, isola calcarea dai fondali di abbondante biodiversità;
  • L'isola di Gorgona, la più piccola dell'arcipelago, con soli 2,23 kmq di grandezza, scelta per gli insediamenti umani sin dal neolitico.

 

La leggenda narra che le sette isole dell'Arcipelago erano sette perle di una collana che Venere, divinità della bellezza e dell'amore, perse mentre nuotava nel Mediterraneo. E proprio come le perle di una collana, le isole appaiono uniche, ognuna differente dall'altra, con in comune la magia della natura dell'Arcipelago e del mare cristallino che le circonda.

 

Il Parco è la più estesa area protetta dei mari europei e sulle sue isole è possibile avvistare alcune specie rare come il gabbiano corso, la foca monaca e alcune varietà di cetacei.

 

Nei principali centri di alcune Isole dell'Arcipelago potrai visitare gratuitamente le "Case del Parco": centri didattici per scoprire gli angoli più suggestivi del territorio tramite itinerari per immagini, aperti da marzo a settembre.

 

Sito ufficiale del Parco dell'Arcipelago Toscano

 

Isola del Giglio

isola del giglio


L'isola, protetta dal più grande parco marino d'Europa -Il Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano- è semplicemente raggiungibile con un traghetto che salpa da Porto Santo Stefano: è riconosciuta per le meraviglie della sua incontaminata natura. Il mare pulito e color smeraldo, con i fondali ricchi e pescosi, fanno da cornice ad un'area quasi completamente selvaggio, con un'abbondante flora mediterranea che invita ad avventurarsi per i molti percorsi e le escursioni guidate.

 

Le località di principale importanza dell'Isola sono:

  • Giglio Porto è oggi un piccolo centro abitato molto affascinante, con casette colorate e molto vicine tra loro, a dar vita a vicoli e viottoli, disposte in modo parallelo su tutto il versante che si affaccia sul mare; a dominare   i rispettivi moli e l’antica Torre del Saraceno (1596) ci sono due caratteristici fari.

 

  • Giglio Campese è un piccolo centro abitato a circa 5 km da Giglio Castello, posato sul versante occidentale e con vista sul Golfo di Campese e caratterizzato dal noto faraglione e dalla omonima Torre. Giglio Campese è soprattutto in estate un centro balneare con una grande e caratteristica spiaggia granulosa, frequentata da visitatori e appassionati delle immersioni.

 

  • Giglio Castello, antico borgo medievale, affascinante per la struttura grandiosa delle sue mura (XI sec), appare ancora più suggestivo se si segue l'itinerario lungo i camminamenti tra feritorie e torrioni, o si esplorano i suoi vicoli sbalzati e alternati da scale e tipiche terrazze con gradini esterni alle case. Il caratteristico ingresso principale, composto da tre porte addossate a ciclopici massi di granito, testimonia ancora oggi i tempi delle incursioni piratesche e le signorie dominanti, come mostra lo stemma mediceo sull’ultima arcata.

 

Lo spettacolo più grande è però il mare e i suoi fondali, per un’ isola che da sempre custodisce con particolare attenzione il suo ambiente naturale, e l'eterogeneità della sua costa, che alterna scogliere a picco sul mare a spiagge più o meno estese e che si adatta facilmente a più tipologie di visitatori.


I punti dove effettuare immersioni sono collocati praticamente intorno a tutta la costa:

  • Tralicci
  • secca i Pignocchi
  • punta delle Secche
  • punta del Fenaio
  • cala Monella
  • Punta del Morto
  • secca della Croce
  • cala Cupa
  • Le Scole
  • secca Zampa di Gatto
  • scoglio di Pietrabona
  • cala del Corvo
  • punta del Capel Rosso
  • cala dell'Allume


Le spiagge più ampie e attrezzate con noleggio di ombrelloni e sdraio sono, nell'ordine di dimensione, Campese, Cannelle, Arenella e Caldane. Tutte le spiagge sono di libero accesso senza l'obbligo di noleggiare le attrezzature e sono raggiungibili con l'automobile ad esclusione di Caldane che si può raggiungere tramite mare o attraverso un facile sentiero a piedi di circa 1 km.

 

Isola di Giannutri

giannutri

 

Raggiungibile con il traghetto da Porto Santo Stefano, l’Isola di Giannutri è un esteso parco naturale, parte fondamentale del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano.

 

I due porti dell’isola, Cala Spalmatoio e Cala Maestra, hanno un'orgine origine romana, come si può notare dalle antiche rovine non appena si arriva sull’isola.

 

A pochi minuti da Cala Maestra si trova poi il complesso edilizio romano chiamato “Le stanze”, al cui interno ha sede una taverna in cui è possibile pranzare. La testimonianza storica più importante resta comunque il complesso di rovine della villa romana appartenuta alla famiglia dei Domizi Enobardi del II sec. d. C. L’ingresso della villa è abbellito con un mosaico raffigurante il mito del labirinto.

 

La costa è rocciosa, con tante grotte, e i fondali popolati da tanti pesci, cosa che rende l’Isola dei Giannutri perfetta anche per gli appassionati delle immersioni subacquee. Essendo un parco naturale, tuttavia, le immersioni, così come i bagni, si possono effettuare soltanto nei luoghi approvati o tramite escursioni consentite.

 

Per chi voglia scoprire l'area tutelata dell'isola deve prenotare e acquistare il biglietto d'ingresso all'area protetta dell'isola di Giannutri. Basta contattare con anticipo una guida dall'elenco guide del Parco.

Le Oasi WWF nel territorio di Orbetello

oasi wwf

 

Nel territorio di Orbetello, dell’Argentario e di Capalbio si trovano alcune delle maggiori oasi WWF presenti in Toscana.


Tra le più importanti c'è la Laguna di Orbetello che, grazie alla sua posizione lungo le rotte migratorie, vede la presenza di migliaia di uccelli (fra cui i Fenicotteri Rosa e il Cavaliere d’Italia) in special modo nel periodo invernale.


Sul tombolo della Giannella c’è invece il Centro di Educazione Ambientale “Aurelio Peccei", creato nel 1989 all’interno dell’antico casale della Giannella, costruito tra il 1821 e il 1822. È stato fondato per scopi naturalistici e didattici: esso promuove infatti molte attività per l’educazione al rispetto e alla tutela della natura. In questo centro vengono organizzati campi di lavoro, eventi-avventura estivi, settimane verdi e percorsi di istruzione per le scuole e attività di ricerca. Il centro fornisce alle scuole dei pacchetti didattici, pensati insieme al WWF, con escursioni quotidiane. Fa parte del complesso anche il Giardino delle Farfalle, un percorso che si estende in prossimità del casale, dotato di pannelli didattici in cui sono descritte alcune specie di farfalle e il loro ciclo vitale.

 

Infine, l’Oasi Statale WWF Riserva del Lago di Burano, laguna salmastra costiera situata nei pressi di Capalbio. Si estende per una superficie di 410 ettari, di cui 140 ricoperti dal lago ed è possibile visitarla partecipando alle escursioni organizzate dal WWF stesso.

 

La riserva rappresenta un luogo ideale per gli appassionati del birdwatching, poiché in essa si recano a svernare e riposare un gran numero di volatili, dalle oche selvatiche agli aironi. Nei canneti vivono inoltre usignoli di fiume, le anatre morette, falchi pescatori, ecc. A disposizione dei visitatori sono presenti diverse torri di avvistamento, capanni osservatori e percorsi attrezzati.

 

L' Oasi di Orbetello è aperta da maggio a settembre.
Le visite sono libere, con partenza da Loc. Ceriolo, a soli 3 km dal Castiglione della Pescaia Camping Village, sabato e domenica dalle ore 9:30 alle 13:30. 

 

Sito ufficiale dell'Oasi WWF di Orbetello

  • Firenze in Due Giorni
    I nostri consigli per scoprire i tesori
    più famosi della città del Giglio!
    Leggi di più...

  • Prenota Online
    L'esclusiva novità dedicata
    a chi ama il campeggio!

    Leggi di più

  • CLUB DEL SOLE 
    Siamo parte di Club del Sole, il più grande
    network italiano di Camping Village! 

    Scopri di più!

  • SCOPRI LA MAREMMA
    I luoghi da vedere in Maremma,
    immersi tra la natura e la storia
    Leggi di più...

  • WIFI
    Rimani sempre connesso in vacanza con il servizio WiFi gratuito!

    Leggi di più...

  • Lavora con Noi
    Inviaci il tuo Curriculum con Foto
    ed entra a far parte del nostro Staff!
    Leggi di più...

mappa Castiglione Camping Village

Banner Nuove Case IT

Novità!
Nuove Mobilhomes
"Spiaggia Rocchette Plus"
Legambiente Natura & Turismo TripAdvisor Certificato di Eccellenza 2015

X
Controlla la disponibilità e prenota
Bungalow/Camping?
Adulti (10+)
Bambini (2-10)
Baby (0-2)
Adulti (10+)
Senior (65+)
Bambini (5-9,99)
Baby (0-4,99)
Cani/Gatti
Dal
al